Accedi al sito
Serve aiuto?

Superbonus 110%

Il “Decreto Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020), ha incrementato al 110% l'aliquota di detrazione delle spese sostenute a fronte di specifici interventi in ambito dell’efficientamento energetico degli edifici (cd. Superbonus).
La possibilità di accesso al Superbonus dell’immobile in oggetto è subordinata alla valutazione della conformità urbanistica e alla verifica di miglioramento energetico del fabbricato.
Queste operazioni costituiscono la prima fase progettuale, denominata fase 1, e comprendono essenzialmente le seguenti prestazioni per le quali è necessario avere almeno le schede catastali o planimetrie delle singole unità immobiliari:
 
 FASE TERMOTECNICA
  • Rilievo delle caratteristiche energetica del fabbricato (consistenza della coibentazione, caratteristiche degli elementi disperdenti e degli impianti termici)
  • Modellazione energetica semplificata del fabbricato nel suo complesso e di tutte le unità immobiliari per valutazione preliminare della classe energetica “convenzionale” pre-intervento.
  • Simulazione degli interventi di efficientamento energetico necessari, o desiderati dalla committenza, per ottenere il miglioramento di due classi energetiche del fabbricato.
  • Relazione descrittiva di quanto eseguito con commento dei risultati e valutazione economica di massima degli interventi previsti per valutare il superamento o meno dei massimali di spesa previsti dal Superbonus.
In seguito, qualora siano soddisfatti i criteri sopra indicati si dovrà procedere alla verifica urbanistico-edilizia come di seguito specificato:
  • FASE URBANISTICO EDILIZIA
  • Raccolta e analisi della documentazione tecnica relativa all’immobile in possesso presso l’amministratore e i proprietari delle singole unità immobiliare.
  • Accesso agli atti presso gli enti di riferimento in materia urbanistica (Ufficio tecnico del comune e Catasto), per questa operazione sono necessarie deleghe da parte dei proprietari.
  • Confronto tra lo stato di fatto attuale del condominio e la documentazione depositata agli atti per verificare la congruità urbanistica.
A seguito dell’esito positivo anche delle verifiche urbanistico-edilizie e la committenza decida di procedere con gli interventi indicati nella fase 1, si avvierà l’iter progettuale vero e proprio previsto per l’accesso al Superbonus 110% ovvero la fase 2. La procedura è piuttosto articolata e la documentazione tecnica da predisporre è corposa.
Si riportano (a titolo indicativo) le attività professionali previste nella fase 2
  • Eventuali ulteriori sopralluoghi per rilievi di dettaglio;
  • Pratica edilizia per ottenimento dei necessari titoli abilitativi per esecuzione delle opere
  • Pratiche energetiche di compendio alla pratica edilizia (DGR Lombardia 6276/2017 – legge10/91);
  • Progetto esecutivo delle opere da eseguire completo di computo metrico per richiesta offerte, controllo della congruità economica delle offerte come richiesto dal D.L. Rilancio;
  • Stesura dell’attestato di prestazione energetica (APE) convenzionale pre-intervento, secondo procedura di calcolo nazionale, nella forma asseverata;
  • Stesura dell’APE convenzionale post-intervento, secondo procedura di calcolo nazionale, nella forma asseverata;
  • Stesura delle certificazioni e asseverazioni previste dalla normativa del Superbonus;
  • Invio telematico all’ENEA di tutta la documentazione
  • Eventuale documentazione tecnica aggiuntiva richiesta dall’istituto bancario per eventuale cessione del credito
  • Direzione lavori e coordinamento della sicurezza di cantiere;
  • Stesura attestato di prestazione energetica conclusiva secondo la procedura di calcolo della Regione Lombardia (D.d.u.o. 18546/2019). Una pratica per ogni unità immobiliare.

Si riportano alcune documentazioni che potranno essere di aiuto alla comprensione delle particolarità della normativa così da iniziare una prima analisi sulla possibilità di usufruire dei vantaggi inerenti il Superbonus 110%.

Lo studio ha in corso pratiche che permetteranno di aprire presto i cantieri e usufuire dello sconto in fattura o cessione del credito consentendo la riqualificazione dei fabbricati.

Per dubbi o domande contattateci, sarà nostra premura fornire le indicazioni necessarie.


 CIRCOLA RE 24 DEL 08/08/2020
 DOMANDE E RISPOSTE MEF
 DECRETO ASSEVERAZIONI
 DECRETO REQUISITI
 INTERPELLO FRONTALIERI
 GUIDA SUPERBONUS
 LIBRO SUPERBONUS
 RISOLUZIONE 60  DEL 28/09/2020
 GUIDA ANIT OTTOBRE 2020
 RISOLUZIONE 78/E DEL 15/12/2020
 CIRCOLARE N.30_2020